BACK HOMEPAGE ARCHITETTURA PITTURA FONDAZIONE

A.1.7.7

ARTE COME CAMMINO INTERIORE
catalogo ragionato pittura 1993-1996
VITTORIO MAZZUCCONI
(7/14)


  Lettura Dantesca
1994.03.25
200 x 450, acrilico su tela












il quadro è stato rifatto il:
1999.07.05


rielaborazioni al computer del: 2003.12.02
2003.12.01

  Più che una lettura di Dante, questo trittico sembra uno sguardo sulla realtà spirituale che anche Dante vedeva, con gli occhi e la cultura del suo tempo.
"Inferno" è il male del mondo, da quando, sotto l'albero della vita, Caino uccise Abele. Nell'oscurità dello stesso male, nel quadro, si intravede la croce.
"Purgatorio" è la lunga processione della vita da allora ad oggi, attraverso la quale l'uomo procede ed evolve sulla via spirituale. Il vascello del secondo canto del poema diviene la grande arca della salvezza, lo spirito che la guida, l'angelo dell'apocalisse.
"Paradiso" è la promessa della realizzazione di Dio in noi, che si realizza forse nel momento del totale abbandono. Come in un naufragio, come Paolo che cade sulla via di Damasco, o come Gesù stesso sulla croce.




Torna all'indice 1993 - 1996