BACK HOMEPAGE ARCHITETTURA PITTURA FONDAZIONE

B.1.6.5.5

PROGETTI RECENTI


1991 - 2008
VITTORIO MAZZUCCONI
La Piramide del Palatino (5/15)

Roma 2000 - 2003

Centro congressi e auditori
Museo e sede universitaria


Indice PIRAMIDE DEL PALATINO
Indice PROGETTI RECENTI

English
   


Un tempio

La spina diagonale ha d’altra parte un significato stupendo: essa è esattamente rivolta ad Oriente.
Si sa che la fondazione delle antiche città era sempre fatta secondo dettami rituali, che prevedevano l’orientamento secondo i quattro punti cardinali: il Cardo da Nord a Sud, e il Decumano da Est a Ovest.
Nel caso di Roma, le congetture che si possono fare sulla città di Romolo e il risultato dei successivi interventi non corrispondono a questa orientazione.
E’ però la diagonale che prodigiosamente la ritrova, ritrovando proprio quella sacra indicazione dell’Oriente che accomuna tutti i templi dell’antichità e le chiese Cristiane.




La nostra Piramide è in verità un grande tempio, il tempio che anticipa una religione sublime in cui forse confluiranno un giorno le religioni storiche, e la Roma cristiana stessa troverà il suo superamento.
Pensando al significato delle antiche piramidi, esse ci parlano di un movimento, di un’ascesa dalla base popolare al culmine personificato dal Faraone, o dall’umanità a Dio, concepito come un altissimo punto, vertice della piramide o sole, o anche della discesa della luce dal sole o dal faraone alla massa degli uomini. Oggi invece è dall’interiorità dell’uomo, individuato, libero, consapevole del cammino di realizzazione di Dio in se stesso, che si può innalzare un movimento aperto verso l’infinito.


Uno studio